Tutto è relativo!

È la formula più famosa di tutte e dice che l’umanità ha svelato uno straordinario segreto della natura: un collegamento profondo tra materia ed energia.

Questa conoscenza potrebbe essere la chiave per sostenere le nostre civiltà in modo duraturo e persino per raggiungere un giorno pianeti in orbita attorno a stelle lontane, con astronavi capaci di viaggiare abbastanza velocemente da ridurre le distanze e la durata dei viaggi, tanto da portare esseri umani su nuovi mondi nell’arco di una vita. Ma ancora più stupefacente di tutto ciò, forse, è l’uomo che questa formula concepì: Albert Einstein.

author

Christophe Galfard

Divulgatore scientifico, astrofisico e collaboratore di Stephen Hawking

Christophe Galfard

Nato a Parigi nel 1976, ha ottenuto il Ph.D. in Fisica teorica alla Cambridge University, dove dal 2000 al 2006 ha collaborato con Stephen Hawking allo studio del cosiddetto paradosso dell’informazione del buco nero. Con lo stesso Hawking e la figlia di quest’ultimo, Lucy, ha firmato “La grande avventura dell’universo”, novella pubblicata in oltre 45 Paesi. È autore di «Espace», spettacolo originale, pirotecnico e in 3D dedicato all’universo, che si è tenuto alla Défense di Parigi nel 2013 davanti a oltre 60.000 persone. Con “L’universo a portata di mano” (Bollati Boringhieri, 2016) ha ottenuto il premio per il miglior libro di scienza in Francia. Il suo ultimo libro è “Come capire E=mc2” (Bollati Boringhieri).

In collaborazione con Ambasciata di Francia e Bollati Boringhieri Editore