L'orologio della vita

Torna all'edizione 10

L'orologio della vita

Giovedì 22 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo

La vita è essenziale per l'uomo e per gli animali ed è difficile credere che in realtà tutte le nostre cellule sono programmate per morire e hanno tendenze suicide. Già prima della nascita, parti intere del nostro corpo vanno incontro a morte. Il sistema nervoso in via di sviluppo , per esempio, crea più cellule del necessario, solo come sistema di sicurezza, e, più tardi, l'eccesso è condannato a morire. La morte ha luogo più e più volte nell'organismo durante tutto il corso della vita. La successione di morte e di vita risponde a un disegno preciso e perfettamente architettato al fine di assicurare un risultato armonioso per l'organismo intero. Oggi cominciamo a comprendere che il programma di morte corrisponde nella sua esecuzione a una fine coordinazione genetica messa in opera dall'evoluzione centinaia di milioni di anni fa e mantenuta praticamente inalterata in organismi cosi differenti come l'uomo ed il verme.