Perché lavorare nello spazio

Torna all'edizione 11

Perché lavorare nello spazio

Giovedì 19 Dicembre 17.45 - Teatro Colosseo

Meno 3, 2, 1. Liftoff! 

Con ogni missione dello Space Shuttle inizia una nuova avventura. In orbita a 300 Km di altezza e alla velocità di 26.000 Km/h lo Shuttle è un laboratorio scientifico che gode di caratteristiche ineguagliabili grazie alla sua particolare posizione all'interno del più grande laboratorio na­turale che è l'universo e permette di condurre a termine esperimenti tendenti a migliorare le condizioni di vita dell'uomo sulla terra. 

Dal 1998 si comincerà ad assemblare in orbita la stazione spaziale in­ternazionale cui potrebbe seguire, in tempi relativamente brevi, un avamposto lunare e l'esplorazione di Marte. Quali sono i programmi che si intendono affrontare dallo spazio? Essi rappresentano la ricerca di nuovi orizzonti nel campo della scienza e della tecnologia, che vanno ben oltre il miglioramento del presente: essi costituiscono soprattutto la base per creare il lontano futuro dell'umanità attraverso la raccolta di sempre nuovi dati sul cosmo e la sperimentazione di tecni­che ardite che ci avvicinino alla conquista del passato e del futuro di questo universo. 

Attillio Ferrari

Ordinario di Astronomia e Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Torino