Cielo violento

Torna all'edizione 13

Cielo violento

Giovedì 26 Novembre 17.45 - Teatro Colosseo

Il satellite BeppoSAX, lanciato da Cape Canaveral il 30 aprile 1996, ha assunto il nome attuale, con l’aggiunta di Beppo in onore del grande fisico italiano Giuseppe Beppo Occhialini. BeppoSAX è uno dei programmi di maggiore impegno dell’Agenzia Spaziale Italiana. È stato realizzato in collaborazione con l’Agenzia Aerospaziale Olandese, la partecipazione del Dipartimento di Scienze Spaziali dell’Agenzia Spaziale Europea e del Max Planck Institut di Monaco di Baviera.

BeppoSAX è finalizzato all’osservazione di sorgenti celesti in un’ampia banda spettrale dei raggi X. Dopo 30 mesi di vita, corrispondenti a circa 12.500 orbite ed oltre 22.000 ore di attività, ha accumulato uno straordinario patrimonio di dati scientifici sulla natura e l’attività di oggetti e sistemi galattici ed extragalattici, suscitando l'interesse della Comunità Scientifica. Un risultato che ha avuto, oltrea un’enorme risonanza, l’assegnazione del Premio Rossi 1998 per l’individuazione delle sorgenti di emissione dei Gamma-Bursts e la loro localizzazione ai margini dell’universo.

Livio Scarsi

Dipartimento di Energetica e Applicazioni della Fisica, Università di Palermo