Antartide, frontiera della Ricerca

Torna all'edizione 14

Antartide, frontiera della Ricerca

Giovedì 16 Dicembre 17.45 - Teatro Colosseo

Il Polo Sud è l'ultima grande frontiera dell'esplorazione e della ricerca sul nostro pianeta. E' il luogo degli "estremi": è il continente più distante, il più freddo, il più inospitale, ed anche il meno esplorato e conosciuto (si conoscono persino meglio alcune aree della Luna). Proprio per quest'ultimo motivo l'Antartide è uno dei luoghi più stimolanti per la Scienza. Alberto Angela, grazie ad un'esperienza diretta sul continente antartico, ci racconterà come si vive e come viene fatta la Ricerca in questo luogo così remoto e difficile, dove le temperature raggiungono anche i 70 gradi sotto lo zero. Verranno esplorate alcune basi (italiane e straniere), scoprendo come si riesca a vivere in un luogo dove il Sole non tramonta mai. E' in questo straordinario scenario che vengono condotti studi in ogni campo delle conoscenze: dai pinguini ai vulcani, dagli strati millenari di ghiaccio ai microrganismi che vivono nelle rocce, dai sorprendenti fondali marini (pesci con l' "antigelo") ai climi del passato. In Antartide ci sono persino già i primi siti "archeologici", come la famosa Capanna di Scott, base dello sfortunato esploratore inglese d'inizio secolo, sorprendentemente intatta, con ogni oggetto ancora al suo posto.

Per molti aspetti in Antartide si respira l'atmosfera avventurosa della ricerca nei secoli passati (si è lontani da tutti e da tutto) ed allo stesso tempo anche quella del futuro, che vedrà basi isolate su altri pianeti.

Alberto Angela

Alberto Angela

Naturalista e giornalista

È laureato in Scienze naturali. Paleoantropologo, ha svolto ricerca sul campo partecipando a numerose spedizioni di ricerca internazionali. Membro dell’Istituto Italiano di Paleontologia Umana, collabora con il Centro Studi e Ricerche Ligabue di Venezia. Dopo una lunga attività di scavi e ricerche in Africa e in Asia, si è dedicato a tempo pieno alla divulgazione televisiva curando programmi come “Albatros” della Televisione Svizzera (1990). Per la Rai realizza servizi di Superquark dal 1995. Nel 1997 per Raiuno ha ideato “Passaggio a Nord Ovest”, dal 2000 è coautore e conduttore di “Ulisse” per Raitre (Premio Flaiano per la televisione nel 2001). Ha collaborato con importanti riviste e pubblicato molti libri di divulgazione scientifica. Il suo ultimo libro è “Amore e sesso nell’antica Roma” (Mondadori).