Storia del cuore

Torna all'edizione 16

Storia del cuore

Un viaggio dall'antica sede dei sentimenti, ai trapianti e al cuore artificiale

Giovedì 29 Novembre 17.45 - Teatro Colosseo

Il rapido progresso che è avvenuto in campo cardiologico e cardiochirurgico negli anni recenti ha reso quasi banali interventi che erano impensabili solo pochi decenni fa. Questo progresso è da attribuirsi principalmente alla stretta collaborazione che è andata sempre più sviluppandosi in campi scientifici e tecnici assai diversi tra loro: dalle scienze di base alla medicina clinica e alla ingegneria. Mentre lo sviluppo delle scienze più strettamente mediche coinvolge, tra le altre discipline, la genetica, la fisiologia e la farmacologia; le tecnologie coinvolte nello sviluppo delle nuove terapie per le malattie del cuore spaziano dalla meccanica alla scienza dei materiali, dai sempre più perfezionati sensori e trasduttori, all'elettronica avanzata, dai sistemi energetici alla fisica delle onde elettromagnetiche. Questa tendenza ha addirittura condotto allo sviluppo di discipline intermedie, alcune delle quali cominciano a svilupparsi autonomamente, realizzando nuovi campi di ricerca scientifica pura e applicata: una straordinaria storia dell'evoluzione delle conoscenze e delle tecniche adottate nel trattamento delle malattie cardiache che non mancherà di sorprendere e suscitare ammirazione.

Carlo Tesler

Carlo Tesler

Cardiochirurgo

Carlo Tesler si occupa di cardiochirurgia da circa un trentennio e ne ha vissuto l'evoluzione a partire dalla introduzione delle procedure, quasi pionieristiche dei primi anni '60, fino all'adozione delle più recenti tecniche. Ha lavorato quasi dieci anni negli Stati Uniti e, in particolare, a Houston, sotto la guida di Michael De Bakey e Denton Cooley, partecipando alle prime esperienze di by-pass aorto-coronarico, di trapianto cardiaco e di impianto del cuore artificiale totale. In Italia ha poi realizzato il Centro cardiochirurgico dell'Ospedale San Carlo di Potenza, dove ha lavorato dal 1977 al 1999, quando si è spostato a Milano. È autore di quattro monografie e circa 70 pubblicazioni.