Eros e cervello

Torna all'edizione 18

Eros e cervello

Alle radici biologiche di sessualità, attrazione estetica, amore

Giovedì 18 Dicembre 17.45 - Teatro Colosseo

Ancora oggi si tende a interpretare la sessualità, i criteri estetici, e la struttura familiare come costruzioni sociali. In realtà, le convenzioni culturali si limitano a sovrapporsi al corpo vivo costituito dai meccanismi di base della mente umana plasmati da un lento processo che in molte migliaia di anni, e generazioni, ha premiato i geni di chi riusciva a portare il maggior numero di figli all’età riproduttiva. Lo confermano le ultime ricerche sui processi biologici alla base di sessualità, estetica ed emozioni. Vedremo quindi il significato di questi processi per l’evoluzione della specie umana, sia i circuiti cerebrali che li controllano e li generano. In particolare si discuterà come l’attrazione, per un particolare tipo di visi o di odori ,sia il retaggio di meccanismi che hanno permesso ai nostri antenati di selezionare buoni “donatori di geni” in modo da massimizzare la possibilità di sopravvivenza dei figli.

Alessandro Cellerino

Alessandro Cellerino

Ricercatore

E' ricercatore di Neurobiologia presso La Scuola Normale Superiore di Pisa ed associato all’Istituto Nazionale di Neuroscienze del CNR. Ha svolto numerosi studi sui meccanismi di sviluppo del cervello ed ha collaborato con “La Stampa”, “Le Scienze”, “Mente e Cervello” ed il progetto Torinoscienza. Nel 1998 ha vinto il Premio “Bruno Ceccarelli” per le Neuroscienze. Nel 2002 ha pubblicato “Eros e Cervello. Le radici biologiche di sessualità, estetica, amore” (Bollati Boringhieri) che è stato premiato con il Premio “Liceo Fermi, città di Cecina” per la divulgazione scientifica.