Staminali cellule della discordia, cellule della speranza

Torna all'edizione 20

Staminali cellule della discordia, cellule della speranza

La nuova dimensione della ricerca biotecnologica

Giovedì 24 Novembre 17.45 - Teatro Colosseo

Le cellule staminali rivestono un ruolo unico nei processi di rinnovamento di molti nostri tessuti. Queste cellule, definite anche staminali adulte, sono infatti in grado di automantenersi e di generare, in vivo, cellule mature del tessuto a cui appartengono. Un’altra classe è costituita dalle cosiddette staminali embrionali. Si tratta di cellule dotate di una grande potenzialità differenziativa in quanto in grado di produrre tutte le oltre 250 tipologie di cellule che compongono i nostri tessuti. Nel 1998 sono state isolate cellule staminali embrionali umane a partire da blastocisti soprannumerarie. Staminali adulte e embrionali offrono interessanti possibilità di studio dello sviluppo umano e di meccanismi alla base di malattie oltre ad essere di interesse strategico nel campo della terapia cellulare sostitutiva applicata ad alcune malattie umane. 

Elena Cattaneo

Elena Cattaneo

Università di Milano

È ordinario di farmacologia all’Università degli studi di Milano. Ha lavorato al Massachusetts Institute of Technology (U.S.A.) e a Lund (Svezia). I suoi interessi riguardano le cellule staminali del cervello e i meccanismi alla base delle malattie neurodegenerative umane, tra cui la Corea di Huntington. Conferenziere di livello internazionale, è autrice di 70 pubblicazioni specialistiche. È membro del Board of Directors di Eurostemcell (Unione Europea), di NeuroNE (Unione Europea) e di EuroHD (HighQ Foundation, NY). Nel 2002 viene nominata, dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Scientifica, rappresentante Nazionale presso la Comunità Europea per la ricerca su Genomica e Biotecnologia. Tra i numerosi riconoscimenti ricevuti si ricordiamo il Premio "Le Scienze" per la medicina e la Medaglia del Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, per gli studi sulla Corea di Huntington e sulle cellule staminali.