Come eravamo bravi, come tornare a esserlo

Torna all'edizione 20

Come eravamo bravi, come tornare a esserlo

Dalle grandi tradizioni dell’Accademia delle Scienze di Torino al rilancio dell’industria innovativa

Giovedì 02 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo

Per molti anni Torino è stata una delle più importanti capitali della scienza mondiale. A testimonianza di questa affermazione si ricordano i nomi di Lagrange, Avogadro, Sobrero, Galileo Ferraris, che hanno costruito le fondamenta di interi capitoli della matematica, della chimica, dell’elettrotecnica: si ripercorrerà così la storia di alcuni capitoli della scienza attraverso l’analisi dei contributi di cittadini torinesi. Da allora, lo scenario della scienza si è radicalmente trasformato: si discuteranno le caratteristiche della ricerca e dell’innovazione così come si presentano all’inizio del ventunesimo secolo sottolineando l’esigenza di nuovi modelli di sviluppo scientifico completamente diversi da quelli ai quali si è soliti fare riferimento. 

Angelo Raffaele Meo

Politecnico di Torino

Per molti anni Torino è stata una delle più importanti capitali della scienza mondiale. A testimonianza di questa affermazione si ricordano i nomi di Lagrange, Avogadro, Sobrero, Galileo Ferraris, che hanno costruito le fondamenta di interi capitoli della matematica, della chimica, dell’elettrotecnica: si ripercorrerà così la storia di alcuni capitoli della scienza attraverso l’analisi dei contributi di cittadini torinesi. Da allora, lo scenario della scienza si è radicalmente trasformato: si discuteranno le caratteristiche della ricerca e dell’innovazione così come si presentano all’inizio del ventunesimo secolo sottolineando l’esigenza di nuovi modelli di sviluppo scientifico completamente diversi da quelli ai quali si è soliti fare riferimento.