Sfuggire alla trappola

Torna all'edizione 23

Sfuggire alla trappola

Stretti tra l’ambiente e i bisogni di energia

Giovedì 27 Novembre 17.45 - Teatro Colosseo

Come affrancarsi, in nome dell’ambiente, dalla dipendenza dalle fonti di energia fossili (che coprono più dell’80% del fabbisogno), considerando l’attuale inadeguatezza delle fonti alternative?

E’ questa la vera trappola energetica che ci condiziona, a fronte di un’umanità che consuma sempre più energia. Una trappola che rischia di aumentare il peso delle fonti cosiddette sporche, poiché nel breve-medio termine le energie pulite e rinnovabili non saranno in grado di compensare il relativo declino di altre fonti pulite come il nucleare o l’idroelettrico. La soluzione proposta – da “ambientalista razionale” come ama definirsi Maugeri – si basa su tre capisaldi. Due a medio-lungo termine: decisi investimenti in ricerca e innovazione da una parte sulle risorse fossili per migliorarne l’uso e dall’altra sulle fonti rinnovabili perché divengano veramente “alternative”, puntando particolarmente sul solare. Nel breve periodo occorre invece perseguire un’azione veramente incisiva e condivisa, anche a livello di politiche energetiche, sul fronte dell’efficienza energetica. E questo è un impegno che coinvolge tutti, da subito.

Video della conferenza


Leonardo Maugeri

Leonardo Maugeri

Direttore Strategie e Sviluppo di Eni S.p.A.

Leonardo Maugeri è Direttore Strategie e Sviluppo dell’Eni. Dopo due lauree e un dottorato di ricerca, si è specializzato in economia internazionale alla London School of Economics e alla Georgetown University di Washington. Negli Usa ha lavorato come analista per due anni. Entrato all’Eni nel 1994, nel 2000 è stato chiamato all’incarico di Direttore delle Strategie del Gruppo, a cui dal 2006 sono state aggiunte altre due direzioni centrali dell’Eni: Ricerca Scientifica e Tecnologica e Salute, Sicurezza e Ambiente. E’ membro di importanti comitati internazionali, tra i quail l’Energy Advisory Board e il World Economic Laboratory del Massachusetts Institute of Technology (MIT) e l’ International Councillor Board del Center for Strategic and International Studies (CSIS - Washington, D.C)

Sotto la sua responsabilità è stato varato il primo Master Plan Tecnologico dell’Eni (2007-2020) che ha individuato le piattaforme chiave di sviluppo di lungo periodo della società, aprendo la ricerca di frontiera su temi chiave dell’Eni: dal recupero del petrolio residuale al sequestro dell’anidride carbonica; ma anche su temi non tradizionali per la società, in particolare sulle tecnologie innovative delle energie solari basate su materiali organici invece del silicio, e su nanostrutture. Per perseguire questo obiettivo ha riportato sotto il controllo della Direzione Strategie lo storico “Istituto Donegani” di Novara – ribattezzato “Centro Eni-Donegani per le energie non-convenzionali”. E’ autore di importanti saggi sui problemi energetici e collabora con le più prestigiose riviste internazionali. Il suo libro The Age of Oil: the Mithology, History, and Future of the World’s Most Controversial Resource è considerato un testo di riferimento mondiale per il settore con 11 traduzioni. Il libro più recente è Con tutta l’energia possibile (Sperling&Kupfer), pubblicato nel 2008.