Il dedalo energetico

Torna all'edizione 23

Il dedalo energetico

Inventario delle riserve del Pianeta Terra

Giovedì 19 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo

Utilizziamo energia in ogni istante della giornata, magari senza accorgercene, anche quando dormiamo, con un’abbondanza mai goduta da nessun’altra generazione nella storia umana. Ma che cos’è l’energia? I nostri consumi possono aumentare all’infinito? Quali e quante riserve energetiche ospita ancora l’astronave Terra?

L’effetto serra e il riscaldamento globale del pianeta con conseguenze potenzialmente disastrose, sono fenomeni ormai noti a tutti. Molti esperti concordano sul fatto che sarà inevitabile utilizzare altre fonti, che non influiscano in modo così violento sull’ambiente e non siano destinate a esaurirsi presto. Orientarsi nel dedalo delle fonti di energia non è semplice: dal petrolio ai biocombustibili, dal solare al nucleare, dagli aspetti economici a quelli sociali. Tutti elementi che concorrono a disegnare uno scenario energetico possibile per la nostra fragile e complessa civiltà. Il Sole è, di fatto, una stazione di servizio inesauribile, che fornisce energia gratuitamente, in modo abbondante e senza sostanziali discriminazioni fra le varie nazioni della Terra. Imparare a usarlo è la sfida del secolo.

Video della conferenza


Vincenzo Balzani

Vincenzo Balzani

Università di Bologna

Professore di chimica all’Università di Bologna, ha studiato e lavorato nelle università di Vancouver, Gerusalemme, Strasburgo, Lovanio e Bordeaux e per le sue ricerche d’avanguardia è da molti decenni tra i 100 chimici più citati del mondo. I suoi lavori riguardano la fotochimica, la chimica supramolecolare, e i dispositivi e le macchine molecolari. Nanospider e Sunny sono i nomi d’arte degli ultimi prototipi di macchine molecolari usciti dal suo laboratorio. S’interessa anche al tema dell’energia, sia compiendo ricerche nel campo della fotosintesi artificiale, sia cercando di attirare l’attenzione sulla necessità di affrontare con urgenza l’incombente crisi energetica ed ecologica.

Numerosi sono i riconoscimenti ottenuti, fra i quali il Premio Italgas per la Ricerca e l’Innovazione. È stato Presidente della European Photochemistry Association. È membro della American Association for the Advancement of Science, della Accademia Nazionale delle Scienze e dell’Accademia dei Lincei.