Viaggio nei segreti dell’io

Torna all'edizione 25

Viaggio nei segreti dell’io

La coscienza di sé tra biologia e filosofia

Giovedì 17 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo

In collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino

L’uomo è l’unico essere che dice “io” e che, forse, è capace di pensare “io”. Tutti parliamo dicendo “io”: Io dico, io faccio, io penso. E sappiamo cosa diciamo. Anche io dico “io”, e so che cosa intendo. Talvolta tiro in ballo il concetto di coscienza, perché sento di potermi quasi sempre identificare con la mia coscienza, sia di me stesso che del mondo.
Io vivo certamente nel mondo, nel mio corpo e col mio corpo. Ma che rapporti ho con il mio corpo? Con il mondo? Con me stesso?
“La novità della posizione che mi sento di proporre – dice Boncinelli – consiste nel fatto che al mondo appartiene tutto quello che esiste eccetto io, ovvero la mia stretta coscienza personale e i suoi contenuti vissuti, vissuti solo ed esclusivamente da me. Il mondo così definito comprende tutti i corpi, ma anche tutte le menti e tutte le coscienze, tutte cose che posso osservare e studiare “dal di fuori”, mentre i miei contenuti coscienti li posso solo esperire “dal di dentro”.

Video della conferenza


Edoardo Boncinelli

Edoardo Boncinelli

Università Vita-Salute, San Raffaele di Milano

Si è laureato in fisica ma poi si è dedicato alla biologia e ha diretto per molti anni l’Istituto internazionale di genetica e biofisica del CNR a Napoli, compiendo importanti scoperte sui geni che regolano la simmetria nello sviluppo degli embrioni. Si è poi trasferito all’Università Vita e Salute di Milano, dove ha individuato alcuni geni responsabili dello sviluppo della corteccia cerebrale. Dopo aver diretto la Sissa di Trieste, attualmente insegna Fondamenti biologici della conoscenza all’Università del San Raffaele. Autore di decine di libri di divulgazione scientifica, è anche un appassionato grecista e traduttore di lirici greci classici.