Avventure in numerilandia

Torna all'edizione 27

Avventure in numerilandia

Avventure nel cervello matematico di uomini e scimpanzé

Giovedì 06 Dicembre 17.45 - Teatro Colosseo

In collaborazione con il Premio Peano dell’Associazione Subalpina Mathesis

Alex Bellos ha trascorso un anno viaggiando per il mondo per scoprire come e perché contiamo. In questa conversazione divertente e illuminante racconterà della sua esperienza con una tribù amazzonica che concepisce solo tre numeri (1, 2 e molti), ci regalerà la straordinaria rievocazione del suo incontro con il più veloce calcolatore mentale del mondo, ci intratterrà parlando degli scimpanzé “più matematici del mondo” che ha conosciuto in Giappone e dei campioni di abaco, le cui gesta di aritmetica mentale sono veramente incredibili, oltre che spettacolari. Negli uomini come negli scimpanzé, la comprensione dei numeri è molto più sorprendente e interessante di quanto si possa pensare. Vincitore del Premio Peano 2011 per il miglior libro di divulgazione matematica, prima della conferenza riceverà questo importante riconoscimento da Franco Pastrone, presidente dell’Associazione Subalpina Mathesis.


Video della conferenza


Alex Bellos

Alex Bellos

Giornalista

Alex Bellos ha trascorso un anno viaggiando per il mondo per scoprire come e perché contiamo. In questa conversazione divertente e illuminante racconterà della sua esperienza con una tribù amazzonica che concepisce solo tre numeri (1, 2 e molti), ci regalerà la straordinaria rievocazione del suo incontro con il più veloce calcolatore mentale del mondo, ci intratterrà parlando degli scimpanzé “più matematici del mondo” che ha conosciuto in Giappone e dei campioni di abaco, le cui gesta di aritmetica mentale sono veramente incredibili, oltre che spettacolari. Negli uomini come negli scimpanzé, la comprensione dei numeri è molto più sorprendente e interessante di quanto si possa pensare. Vincitore del Premio Peano 2011 per il miglior libro di divulgazione matematica, prima della conferenza riceverà questo importante riconoscimento da Franco Pastrone, presidente dell’Associazione Subalpina Mathesis.