C'è tanto ancora da scoprire

Torna all'edizione 27

C'è tanto ancora da scoprire

Visita ai laboratori scientifici dell’anno 2062

Giovedì 17 Gennaio 17.45 - Teatro Colosseo

Il ventesimo secolo è stato quello della scoperta della relatività e dell'energia atomica, della struttura a doppia elica del DNA, della conquista della Luna, dell’esplorazione dello spazio, di Internet e della capillare diffusione dell'informatica. Abbiamo anche compreso che siamo figli delle stelle perché gli elementi chimici di cui siamo fatti sono stati sintetizzati e nelle stelle e nelle esplosioni delle supernove. Chi l'avrebbe mai detto prima? Ma allora che ci resta da scoprire?
Secondo l'astrofisico Giovanni Bignami nei prossimi anni ci saranno scoperte sensazionali che cambieranno la nostra visione del mondo, dello spazio e della nostra stessa vita. Forse riusciremo a comprendere come funziona il nostro cervello e che cos'è quel 96% di materia che noi chiamiamo oscura appunto perché non ne sappiamo nulla, e su cui sapremo forse qualcosa in più nel 2062 al passaggio della cometa di Halley, che ci svelerà anche l'esistenza di altre forme di vita nell'universo. Insomma le sfide aperte sono tante, e di molte non solo non conosciamo le risposte, ma neanche le domande.
Bignami ci guiderà lungo un percorso sul confine sottile e affascinante tra scienza e immaginazione, un itinerario che, dal centro della Terra allo spazio, ci dimostrerà che l'uomo è solo all'inizio dell’esplorazione del mondo, del cosmo e di se stesso.

Video della conferenza


Giovanni Bignami

Giovanni Bignami

Presidente INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica

Presidente dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Accademico dei Lincei, membro dell’Accademia di Francia e Presidente del Comitato mondiale per la Ricerca Spaziale, ha lavorato al vertice di centri della Nasa, dell’ESA e del CNES, oltre che in Germania e nell’ex Unione Sovietica. Dal 1997 al 2002 è stato Direttore Scientifico dell’Agenzia Spaziale Italiana, ente che ha presieduto dal 2007 al 2008. Ha avuto vari incarichi nell’Agenzia Spaziale Europea, in quella francese e in numerosi organismi internazionali.
Ha condotto programmi televisivi e scritto libri divulgativi, tra i quali I marziani siamo noi (Zanichelli, 2010), Cosa resta da scoprire (Mondadori, 2011) e, recentissimo, con Cristina Bellon, Il futuro spiegato ai ragazzi (Mondadori, 2012).