Che fatica sopravvivere!

Torna all'edizione 27

Che fatica sopravvivere!

La vita è dura anche per i predatori.

Giovedì 20 Dicembre 21.00 - Teatro Colosseo

SPECIALE ORE 21.00

Una serata dedicata alle grandi sfide della sopravvivenza nel mondo animale, con uno stile tra divulgazione scientifica e comicità. Francesco Tomasinelli, biologo e divulgatore, cercherà di ridimensionare alcuni dei fatti che vengono raccontati sugli animali, e in particolar modo sui predatori, a proposito dei quali l'immaginario popolare nutre spesso opinioni del tutto sbagliate. Nel corso della serata Tomasinelli interagirà continuamente con un ospite d'eccezione, Antonio Ornano, comico di Zelig delle stagioni 2010, 2011, 2012, divenuto famoso con il personaggio del naturalista che tanto disprezza gli animali domestici, quanto adora i grandi predatori e gli animali feroci. Ornano e Tomasinelli esaminano alcuni casi del rapporto tra prede e predatori, confrontando le loro lotte per la sopravvivenza alle placide esistenze degli animali domestici. Irresistibile e istruttivo l’effetto umoristico.

Video della conferenza


Antonio Ornano

Antonio Ornano

Attore comico

Trentanove anni, laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Genova. Ornano lavora a Genova in una organizzazione imprenditoriale che rappresenta le piccole e medie imprese, ma fa teatro e cabaret da una ventina di anni. Il personaggio del biologo che adora i predatori, che lo ha reso famoso a Zelig, è comparso anche su MTV a Central Station. Ornano ha alle spalle anche una lunga serie di altre apparizioni in programmi tv (Scorie di RAI2), serie televisive e cortometraggi. Con Francesco Tomasinelli, di cui è amico dai tempi del liceo, ha scritto molti dei testi del personaggio di Zelig.

Francesco Tomasinelli

Francesco Tomasinelli

Biologo e fotogiornalista

Quarant’anni, laureato in Scienze ambientali marine presso l’Università di Genova, da sempre è affascinato dalla natura, e soprattutto dalle sue espressioni più insolite. Ha lavorato in Italia e negli Stati Uniti in grandi acquari, per poi dedicarsi all’editoria, alla divulgazione scientifica e a consulenze ecologiche e ambientali per aziende e studi professionali. Come fotogiornalista collabora con numerose case editrici e riviste, soprattutto nel settore scienza e turismo, oltre che con alcune agenzie fotografiche in Italia e all’estero. É specializzato in fotografia scientifica, in particolare sui temi della natura, del lavoro e del viaggio. Con Emanuele Biggi ha curato mostre scientifiche ospitate in vari musei italiani. Tra queste, Arachnida, Copioni e Copiati e Predatori del Microcosmo.