SPECIALE SCUOLE - I Videogiochi E I Misteri Dell'esperienza Interattiva

Torna all'edizione 28

SPECIALE SCUOLE - I Videogiochi E I Misteri Dell'esperienza Interattiva

Le sorprese dell’elettronica al servizio del divertimento

Giovedì 06 Febbraio 10.00 - Teatro Colosseo

In collaborazione con VIEW Conference, il più importante evento in Italia a cadenza annuale incentrato su computer grafica, videogames, cinema digitale, animazione 2D e 3D ed effetti speciali

È possibile guardare ai videogiochi come a una semplice distrazione dalla realtà o addirittura come alla causa di una dipendenza psicologica. Ma noi preferiamo parlare del loro aspetto positivo, quello poco conosciuto. Scopriremo che i videogiochi non sono puri oggetti di divertimento, cosa che comunque non guasta, e indagheremo le tecnologie su cui si basa la loro progettazione.
Che cosa si nasconde dentro a un videogioco? Quali sono gli strumenti per leggerlo e giocarlo al massimo delle sue possibilità? Quali i "trucchi del mestiere" per lasciare a bocca aperta i giocatori? Siamo consapevoli di quante e quali materie che si studiano tutti i giorni a scuola siano presenti in un prodotto tecnologico come questo? Quali le opportunità offerte dall’interattività e dalle nuove periferiche (Kinect, Playstation Move, Oculus Rift)?
Questi e molti altri interrogativi troveranno risposta in un viaggio, non solo per appassionati, che ci porterà alla scoperta dell'affascinante mondo videoludico in continua evoluzione.

Marco Mazzaglia

Marco Mazzaglia

IT Manager e Video Game Evangelist - Milestone

È nato a Torino nel 1974. All’età di 3 anni ha avuto il suo primo contatto con i computer e i videogiochi. Molti anni dopo ha ottenuto la laurea in informatica all’Università degli Studi di Torino, scrivendo una tesi su DyLog, un metalinguaggio del Prolog per le intelligenze artificiali. Nel 1996 con altre 23 persone ha fondato la cooperativa sociale “La Bussola”, con l’obiettivo di fornire servizi legati a tecnologie web e insegnare l’uso di Internet alle organizzazioni no-profit. Nel suo primo lavoro si è occupato di architetture web e di servizi basati sulla geolocalizzazione per il Ministero degli Interni e per la Polizia di Stato. Dal gennaio 2008 lavora come IT Manager e come Video Game Evangelist per Milestone; in questo contesto si occupa della progettazione e gestione dei sistemi di sviluppo e lavora sulle architetture dei giochi online; da "Evangelist" si occupa di divulgare il videogioco come opera d'arte e la sua utilità in contesti come la formazione e la riabilitazione fisico/cognitiva.