Food safety - food authenticity

Torna all'edizione 29

Food safety - food authenticity

La scienza e l’anima del cibo, sicurezza alimentare nell’era globale, dal Km 0 al commercio solidale

Giovedì 15 Gennaio 17.45 - Teatro Colosseo

In collaborazione con il Centro Studi Slow Food

In Italia ogni anno si sequestrano tonnellate di alimenti adulterati per un valore di oltre mezzo miliardo di euro. Sicurezza alimentare e prevenzione delle frodi sono requisiti primari per la tutela dei consumatori. Con la globalizzazione gli alimenti viaggiano senza limiti temporali e spaziali, ed è difficile assicurarne autenticità e qualità. Il consumatore fa scelte sempre più low cost spingendo i produttori verso illeciti come falsa etichettatura, adulterazioni, sostituzioni: oltre che una rinuncia alla qualità, un vero pericolo per la salute. I cittadini hanno diritto a un cibo di qualità, esente da adulterazioni volontarie dannose, giusto e rispettoso delle scelte etiche o religiose e che non provochi danno economico. Incidenti come lo scandalo della carne di cavallo nel 2013 svelano come le frodi alimentari sono un grave problema. Le Autorità dell’Unione hanno dato forte impulso alla lotta alle frodi con la costituzione di una task force europea sulle frodi, l’avvio di piani di controllo e la proposta di adeguamenti normativi.


Video della conferenza


Maria Caramelli

Maria Caramelli

Direttore Generale f.f. Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

È Direttore Generale facente funzione e Direttore Sanitario dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, dove dirige il Centro di Referenza Nazionale per la BSE (la cosiddetta “malattia di mucca pazza”). Medico veterinario, specializzata in Ispezione degli Alimenti di origine animale e dottore di Ricerca in Patologia veterinaria. È membro dell' European College of Veterinary Public Health. Recentemente ha pubblicato “Per non scoprirlo a tavola” (Instar Libri).