L’incantesimo del teorema vivente

Torna all'edizione 29

L’incantesimo del teorema vivente

La storia di una straordinaria avventura matematica

Giovedì 05 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo

In collaborazione con l’Associazione Subalpina Mathesis

Gli occhi del giovane matematico francese Cédric Villani brillano dello scintillio quasi febbrile di chi ha trovato la sfida della vita: la dimostrazione che lo tormenta, la soluzione che gli sfugge. Insieme al suo complice Clément Mouhot l’ha inseguita per più di due anni, fino a quando, nel 2010 la trova, e la Medaglia Fields lo consacra nell’Olimpo dei matematici mondiali mentre il nuovo teorema viene accettato per la pubblicazione: cento pagine di un edificio meraviglioso costruito con le geometrie dei simboli. Questa è la storia di quell’avventura.
Villani ci racconterà di una sfida, di viaggi e notti insonni, di ossessioni, rivalità, rivincite e ispirazioni, una caccia matematica che lo porta da Kyoto a New York, da Princeton a Hyderabad, in corsa contro il tempo e i ricercatori concorrenti. Parla dei suoi maestri Boltzmann, Poincaré e Landau, della musica che l’ha spronato, del conforto della famiglia e di quel momento di lucida esaltazione in cui “tutto sembra concatenarsi come per incantesimo”.

Video della conferenza


Cédric Villani

Cédric Villani

Medaglia Fields 2010, Premio Peano 2013

È un giovane matematico francese. Affascinato dalla matematica dai tempi del liceo, ora è direttore dell'Istituto Henri Poincaré e professore all'Università di Lione. Nel 2010 ha ricevuto la medaglia Fields, l’equivalente del Premio Nobel per la Matematica, per i suoi lavori sullo smorzamento di Landau e sull'equazione di Boltzmann ed è stato nominato Cavaliere della Legion d'Onore nel 2011. Durante la sua ricerca, si è particolarmente interessato alla teoria cinetica dei gas e teoria del trasporto ed è impegnato a dimostrare l'utilità della matematica nella vita di tutti i giorni.
È autore di un romanzo, Il Teorema vivente, sull'attività di ricerca matematica e sul caotico percorso creativo che conduce a una scoperta matematica per il quale gli è stato assegnato il Premio Peano 2013 che ritirerà a GiovedìScienza dal Presidente dell’Associazione Subalpina Mathesis, Franco Pastrone.