Speciale bioetica

Torna all'edizione 3

Speciale bioetica

Martedì 14 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo


Il formidabile sviluppo delle scienze biologiche è destinato a produrre profondi cambiamenti nel nostro modo di vivere. Quadi tutti ormai sappiamo che il nostro corpo è costituito da miliardi di piccoli corpiccioli, le cellule, ciascuna delle quali contiene nel suo nucleo tutto il programma per costruire l’intero organismo: Le speranze per il futuro che questo ramo della scienza apre, riguardano la possibilità di combattere molte malattie (cancro e leucemie p.e.), di permettere la coltivazione di piante utili dal punto di vista alimentare anche su terreni poveri e negli ambiento meno adatti, di produrre energia a buon mercato dai residui di alcune lavorazioni. Tutto ciò sarà possibile grazie all’Ingegneria Genetica. Le speranze sono molte, ma, come sempre non mancano i pericoli di manipolazioni dannose. Intanto un gruppo di scienziati ha già proposto un codice che limita gli interventi sull’uomo solo alla cura di malattie e vieta ogni altri tipo di sperimentazione.

Ugo Perrone

Facoltà di Lettere dell’Università di Torino