Come il cervello risolve i problemi

Torna all'edizione 30

Come il cervello risolve i problemi

I segreti sono semplessità vicarianza

Giovedì 04 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo

In collaborazione con l'Ambasciata di Francia in Italia

Il mondo come lo percepiamo ha una sua complessità naturale, e gli organismi viventi interagiscono continuamente con esso, elaborando informazioni per trasformarle in una varietà di soluzioni per ogni singolo problema: non ce ne accorgiamo, ma il nostro cervello risolve di continuo problemi e prende decisioni. Per farlo, percepisce e agisce in molti modi secondo il contesto, compensa mancanze, affronta situazioni nuove e cambia punto di vista. Questa straordinaria capacità creativa è la vicarianza.

Di fronte alle sfide della complessità assistiamo a una proliferazione di metodi per semplificare con il rischio di banalizzare e sbagliare. Bisogna perciò gettare le basi di una teoria della “semplessità” che contenga una parte di complessità, resa però decifrabile, perché fondata su una ricca combinazione di regole semplici. 

La comprensione di questi principi getta anche nuova luce sui deficit patologici in neurologia e psichiatria e aiuta a comprendere lo sviluppo nel bambino, oltre ad essere utile nella pedagogia, per l'apprendimento e in architettura.


Alain Berthoz

Alain Berthoz

Professore di Fisiologia della percezione e dell’azione, Collège de France

Ingegnere, psicologo e neurofisiologo, dal 1993 professore di fisiologia della percezione e dell’azione al Collège de France, sin dal 1989 dirige il Laboratoire de physiologie de la perception et de l’action (CNRS-Collège de France). E' membro dell’Académie des sciences, dell'Académie des technologies, consulente del National Institute of Health e della National Science Foundation (USA).

Eminente studioso della neurobiologia del movimento su questo tema, è autore di numerosi articoli su riviste internazionali e quotidiani. Esercita una intensa attività come conferenziere presso università e centri di ricerca di più di 20 paesi.