Viaggio nella mente

Torna all'edizione 30

Viaggio nella mente

Dove si nascondono, il genio, l’amore e la libertà

Giovedì 17 Marzo 17.45 - Aula Magna della Cavallerizza Reale

Il cervello è una macchina meravigliosa e conoscerla ci può aiutare a usarlo bene nelle sue potenzialità, dall’infanzia all'età più avanzata. Da questo spettacolare groviglio fatto di miliardi di cellule nervose e delle loro diramazioni nasce tutto: la capacità di vedere e immaginare, di soffrire e gioire, di ricordare e creare, di odiare e innamorarsi. Come avviene ciò? Come si formano le immagini che vediamo nel nostro "teatrino mentale"? Come scegliamo? Siamo davvero liberi? Da dove nasce l'amore? Come spieghiamo i déjà-vu? Piero Angela ci racconterà quello che si è capito del cervello e le frontiere di quello che ancora resta da conoscere. Ma come tenere il cervello attivo e brillante per tutta la vita? Che ruolo giocano l'allattamento, l'esercizio fisico, l'alimentazione, l'allenamento mentale, il sesso? Che dicono gli studi sul cervello dei centenari o sull’Alzheimer? Molte ricerche dimostrerebbero che è possibile tenere in buona forma i nostri neuroni e prevenire parte di quelli che paiono essere inevitabili danni del tempo e dell'età.


Video della conferenza


Piero Angela

Piero Angela

Giornalista e scrittore

Torinese, giornalista e scrittore, da quarant’anni realizza per la televisione inchieste e programmi su temi scientifici, tecnologici, ambientali ed economici. “Quark” e “Superquark” sono i marchi del suo successo televisivo. Ha scritto moltissimi libri, alcuni tradotti in inglese, tedesco, francese e spagnolo, con una tiratura complessiva di oltre due milioni e mezzo di copie. Ha ottenuto premi in Italia e all'estero (per esempio negli Stati Uniti e in Giappone), ha ricevuto il premio internazionale Kalinga dell'Unesco per la divulgazione scientifica e la Medaglia d’oro per la Cultura dal Presidente della Repubblica. Per la qualità della sua attività divulgativa gli sono state conferite otto lauree honoris causa. Tra queste, lo rende particolarmente fiero quella della Facoltà di Scienze dell’Università di Torino. Gli è stato intitolato l'asteroide 7197 Pieroangela e dedicata Babylonia pieroangelai un mollusco gasteropode del mar Cinese. È socio fondatore dell’Associazione CentroScienza.