SPECIALE SCUOLE - Museo Egizio, una civiltà diventa racconto

Torna all'edizione 30

SPECIALE SCUOLE - Museo Egizio, una civiltà diventa racconto

Come mettere in scena il mondo dei faraoni

Venerdì 12 Febbraio 10.00 - Teatro Colosseo

“Un Museo che ripensa se stesso rende con ciò solamente omaggio alla sua natura e alla sua funzione. […]” - Sergio Donadoni

Conservazione, ricerca ed esposizione, sono i compiti principali del museo ma ruolo, significati e obiettivi culturali cambiano nel tempo, e il museo deve domandarsi come può la sua collezione favorire la ricerca e dialogare con il visitatore contemporaneo. 

A inizio Ottocento il Museo Egizio di Torino era uno dei principali centri dell’egittologia in Europa, promotore di progetti e attrattiva per gli studiosi; oggi, deve riguadagnare questa funzione. Il nuovo museo ha interesse a fare emergere le connessioni tra i suoi reperti, attraverso la storia della loro scoperta, la ricontestualizzazione archeologica, la riunificazione dei corredi e le indagini sui tanti personaggi documentati dalle fonti scritte. È indispensabile dunque individuare i legami storici e sviluppare la rete di collaborazione con altre istituzioni culturali e scientifiche e collezioni italiane e straniere. La priorità è ricreare i contesti archeologici e storici degli oggetti. La parola chiave “connessioni” esprime la continuità tra la storia del museo e il suo presente in un’indagine senza fine

Christian Greco

Christian Greco

Direttore della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino

È un egittologo, insegna all’Università di Leiden, il migliore centro di egittologia dei Paesi Bassi. Ha curato progetti espositivi non solo in Olanda, ma anche in Giappone, Finlandia e Spagna e ha sviluppato importanti collaborazioni, sia come membro di gruppi di ricerca sia con altri musei, fra cui i Musei Vaticani e il Louvre. Ha preso parte alla missione epigrafica americana a Luxor e da alcuni anni co-dirige la missione archeologica olandese a Saqqara. Molteplici sono le sue pubblicazioni sia divulgative sia scientifiche in varie lingue europee. Christian Greco unisce ad un alto profilo scientifico-professionale una grande competenza gestionale, sviluppata alla Fondazione del Museo delle Antichità di Leiden dove, dal 2009, è responsabile della collezione egizia. Dal 2014 fa parte del Comitato Tecnico-Scientifico per i Beni Archeologici del MiBACT