Come ho domato l’Etna

Torna all'edizione 8

Come ho domato l’Etna

Giovedì 10 Febbraio 17.45 - Teatro Colosseo

Franco Barberi è stato protagonista di una epica lotta per deviare le lave dell’Etna che due anni fa minacciavano di inghiottire la cittadina di Zafferana. E’ stato il primo esperimento di controllo dell’attività di un vulcano che sia stato coronato dal successo. Un’esperienza che ci fa sperare, in un futuro forse non troppo lontano, di poter raggiungere un buon livello di sicurezza anche nei luoghi dove le forze della natura minacciano costantemente la vita dell’uomo. La teoria della tettonica a zolle ha dato un grande contributo alla comprensione dei fenomeni vulcanici in generale, e grandi progressi sono stati compiuti anche nella conoscenza del comportamento di singoli vulcani. Ma non si investe ancora abbastanza nella prevenzione: soltanto 120 miliardi sono stati spesi per questa voce sugli undicimila assorbiti dalla Protezione civile dal 1982 al 1990. Se l’Etna è sotto controllo perché ha attività di tipo effusivo, ben più pericoloso sarebbe un risveglio del Vesuvio, caratterizzato da attività esplosiva.

Franco Barberi

Università di Pisa, responsabile per il rischio vulcanico del Servizio Nazionale di Protezione Civile