Premio Nazionale GiovedìScienza - 9ª Edizione


I vincitori della 9ª edizione del Premio nazionale GiovedìScienza


PREMIO NAZIONALE GIOVEDÌSCIENZA 2020

Matteo Bertagni
Politecnico di Torino - Dipartimento Ingegneria dell'Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture



PREMIO SPECIALE ELENA BENADUCE
Veronica Ferrero
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - sezione di Torino



PREMIO GIOVEDISCIENZA FUTURO
Jessica Petiti
Università degli studi di Torino - Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche



PREMIO INDUSTRIA 4.0
Marco Miniaci
Politecnico di Torino - Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia 




Ringraziamo la Giuria Tecnica composta da

Stefano Bagnasco

Presidente della Giuria, INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - sez. Torino


Leonardo Alfonsi

Coordinatore nazionale del Progetto Sharper - Notte Europea dei Ricercatori 2020

e Direttore FameLab Italia


Renato Bruni

Accademico e scrittore


Laura Cancedda

IIT Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e Istituto Dulbecco Telethon


Elisabetta Tola

Giornalista scientifica e co-fondatore Agenzia di comunicazione scientifica Formica Blu





Ringraziamo la Giuria Popolare composta dalle classi degli Istituti:


Istituto Ettore Majorana di Grugliasco


Istituto Santorre di Santarosa di Torino


Istituto Baldessano-Roccati di Carmagnola




Video della competizione



Video dalla premiazione




I FINALISTI

Alla 9ª Edizione del Premio hanno partecipato 64 giovani ricercatrici e ricercatori,

a loro i nostri ringraziamenti e i migliori auguri per una brillante carriera.

 

Un particolare ringraziamento ai 101 referees per l’impegno diretto e personale profuso in un periodo particolarmente impegnativo come quello attuale durante il quale la fase di valutazione si è svolta.

Grazie per il prezioso tempo dedicato.

 

 

La Commissione, dopo attento esame delle schede di valutazione, si è così espressa e invita alla fase della competizione i seguenti candidati

(in ordine alfabetico):



ABBIAMO RICEVUTO 64 CANDIDATURE da 9 REGIONI

Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Toscana, Veneto












Il Premio, giunto alla nona edizione, ha l’obiettivo di incoraggiare impegno e attenzione dei protagonisti della ricerca per la comunicazione della scienza.

Dedicato ai ricercatori under 35 di tutta Italia, fin dalla prima edizione si è confermato vetrina dell’eccellenza scientifico-tecnologica del nostro territorio.

Per i partecipanti una preziosa occasione per divulgare i risultati della propria ricerca: il merito scientifico è la base di valutazione per selezionare i 10 finalisti, oltre 100 i referees coinvolti in ogni edizione e oltre 400 le candidature presentate nelle precedenti edizioni.

La competizione finale, un’occasione per i ricercatori di presentare il proprio progetto e mettere alla prova le proprie capacità comunicative; un vero e proprio match a colpi di immagini e parole decreterà il vincitore. A valutare l’efficacia comunicativa saranno una Giuria Tecnica, composta da 5 professionisti (esperti della comunicazione scientifica) e una Giuria Popolare, composta da 5 classi delle scuole secondarie di secondo grado. Dalla sesta edizione le classi giungono alla competizione al termine dell’attività svolta nell’ambito del percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento realizzato da CentroScienza in collaborazione con il Centro Servizi Didattici della Città Metropolitana di Torino.

Dal 2016 il Premio guarda al mondo delle aziende con l’istituzione del Premio GiovedìScienza Futuro; con l’obiettivo di stimolare il dialogo e l’interazione tra mondo scientifico, tessuto economico e ecosistema dell’innovazione, premia il miglior studio di fattibilità.

Dal 2017 è stato istituito il Premio Speciale Elena Benaduce, per le ricerche dedicate alla persona e alla qualità della vita.

Dalla settima edizione, in linea con il contesto socio-economico, è stato istituito il Premio Industria 4.0 rivolto alle ricerche sviluppate in tale ambito e premia il miglior progetto presentato.

1 bando 4 premi.

In palio per i vincitori premi in denaro e l’opportunità di raccontare i risultati della propria ricerca al pubblico di GiovedìScienza con una conferenza dedicata.