26/01/2023 alle ore 17:45

LA MENTE INSTABILE

Un nuovo approccio alla malattia di Alzheimer


Diretta Streaming - Formato FAQ
Primo incontro

Nel primo incontro i relatori introducono l’argomento. Il pubblico ha tempo tre settimane per inviare le proprie domande. Sulla base di queste, i relatori costruiscono la conferenza che propongono nel secondo incontro.




Modera Alberto Agliotti



L’Alzheimer si manifesta in età avanzata ma non è una conseguenza ineluttabile della vecchiaia. Causata dall’accumulo di una sostanza neurotossica dovuto al cattivo funzionamento di una proteina, la malattia impiega diversi anni a svilupparsi, e questa è una buona notizia. Oggi si può infatti diagnosticare in anticipo, con esami come risonanza magnetica, PET o analisi del liquido spinale e in prospettiva con un più rassicurante prelievo di sangue. Si può, se non curare, alleviare: ci sono farmaci già in uso, altri in via di approvazione e nuove terapie all’orizzonte. Si può soprattutto prevenire attraverso uno stile di vita adeguato: dieta equilibrata, attività fisica e stimolazione cognitiva, possibilmente rifuggendo l’inquinamento. Gli ultimi vent’anni di ricerca hanno generato progressi epocali nella comprensione della malattia così come nello sviluppo di nuove soluzioni per prevenirla e combatterla, aprendo nuove speranze per pazienti e famigliari.

author
Maria Teresa Ferretti

Neuroscienziata e neuroimmunologa, esperta di Alzheimer e medicina di genere, è external teacher alla Medical University di Vienna. È cofondatrice e direttrice scientifica di “Women’s Brain Project”, organizzazione non profit impegnata nello studio delle specificità dei due sessi e dell’importanza della medicina di precisione nelle malattie neurologiche e psichiatriche. È stata TED-x speaker nel 2019 e nel 2021. Per Edizioni Mondo Nuovo ha scritto nel 2021 Una bambina senza testa, insieme ad Antonella Santuccione Chadha, e nel 2022 Alzheimer Revolution.